expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

PECE

PECE
La logica si infrange quando non si ha voglia di staccarsi, quando il bisogno e' quello di rimanere aggrappati

ANOMALIE ARMONICHE

ANOMALIE ARMONICHE
SE lO RITIRNI NECESSARIO SONO, MMMMM, SIAMO ANCHE QUI

giovedì 4 dicembre 2008

Ascolto

Come un tonfo.
L'orecchio appoggiato al suolo,
freddo e umido di quella stanza.
Sentire le vibrazioni del muoversi della vita.
Le voci rallentate della gente,
mischiate con quelle degli spettri.
Al suono del faro che spezza la nebbia,
la vita trascorsa corre ai ricordi,
come una tormenta.
Il respiro rallenta,
quasi si ferma
alle grida di un circolo di corvi neri,
mentre dalla bocca scende lentamente,
tracciando il suo percorso dalle labbra al suolo,
un rivolo di sangue.




Ora tutto tace,
anche il suono martellante del cuore,
la vita entrando dall'orecchio
non produce rumore.

4 commenti:

  1. Non si legge il post :-(

    RispondiElimina
  2. stamattina ti credevo rimosso..
    ben tornato.
    (se te ne eri andato:-))

    RispondiElimina

Ehi,tu che ti senti colpito da quello che scrivo,tu che a volte ti senti il bersaglio delle mie lame...
sappi che la cosa mi fa molto piacere