expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

PECE

PECE
La logica si infrange quando non si ha voglia di staccarsi, quando il bisogno e' quello di rimanere aggrappati

ANOMALIE ARMONICHE

ANOMALIE ARMONICHE
SE lO RITIRNI NECESSARIO SONO, MMMMM, SIAMO ANCHE QUI

martedì 24 febbraio 2009


I lacci stretti ai polsi,bendato dopo aver scorto i vasi dell'olio.
Ora è buio.Percepisco rumori,annuso l'aria tirando le mie braccia e lasciando che il cuoio entri nella mia carne.
Sento l'odore uscire da quei vasi,sento le tue mani giocare col mio petto nudo.
Seduta sui miei jeans.
Mi sfiori,
mi graffi,sento le tue mani scorrere
e il tuo corpo premere
mentre i tuoi capelli solleticano la mia pelle
e la musica ritma i tuoi movimenti.
Calore.
Labbra.
Alzo il mento al tocco sulle mie orechhie,
ai tuoi denti sul collo,
il respiro esce affannato dalle mie nari
mi mordo le labbra.

Poi una lama libera i miei polsi.
Rimango bendato.
Ti cerco.
Seguo il tuo profumo sbattendo nella stanza.
Sulle scale,
le mie mani ti cercano,
sento che ti sposti,
il tuo profumo ti segue
e io lui.
Ti tocco.
Afferro un tuo braccio,
sento la lama appoggiarmi sul petto,
la sfido.
Spingo.
Le tue labbra sulle mie.
Fuggi.
Ti ritrovo,
il tuo profumo sul mio viso.

Caldo.
Accoglie umido.

Ora la lama è al mio mento.
Inchiodato alla parete.
Slacci i miei jeans.
Labbra.
Capelli.

Sfido ancora il coltello,
lo ritrai,
cade ,
cade la benda,
cade
l'attesa
e.....
ancora......

4 commenti:

  1. Hai sempre espressioni di massimo delirio e sensualità.
    E' tutto un crescere, aumentare, desiderarsi.
    Spesso non c'è culmine, ma a volte non serve.
    Magnifico è il gioco e l'attesa ...

    RispondiElimina
  2. laveritàdaisy88.blogspot.com24 febbraio 2009 14:57

    es fantastico quello che escrive mi piace molto,meglio tarde che mai baci tvb

    RispondiElimina
  3. çSilvia se passi da qua sappi che è successo qualcosa al tuo blog,non si riesce a commentare.

    RispondiElimina
  4. In un vortice caldo si rincorrono i sensi,i corpi fino ad arrendersi uno all'altra. Un bacio Nero.

    RispondiElimina

Ehi,tu che ti senti colpito da quello che scrivo,tu che a volte ti senti il bersaglio delle mie lame...
sappi che la cosa mi fa molto piacere