expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

PECE

PECE
La logica si infrange quando non si ha voglia di staccarsi, quando il bisogno e' quello di rimanere aggrappati

ANOMALIE ARMONICHE

ANOMALIE ARMONICHE
SE lO RITIRNI NECESSARIO SONO, MMMMM, SIAMO ANCHE QUI

giovedì 19 febbraio 2009

gocce



Gocce
come su foglie scivolano
lasciando scie sul tuo corpo
che seguo con le dita
sentendo la tua candida pelle tremare.

Il tuo profumo d'arancia
si mischia al dolce della passione
e il vento scuote le chiome
e le foglie vibrano
mentre il calore sale.
L'erba si piega croccante
sotto i nostri corpi .

Gocce
ritmo incessante di sospiri
di mani che corrono
di unghie come lame taglienti
l'attesa vibra il tuo corpo
fusione potente di ardori
mentre le labbra si cibano dei tuoi seni
e le tue dita sono dentro la mia nuca.

Come una folata di vento
il nostro piacere
scuote il bosco
e le gocce
cadono come pioggia.
Le tue mani corrono ai miei fianchi
mentre le mie si nascondono tra i tuoi capelli.

Ora è pace.
Ed i grilli tornano a cantare
mentre il cuore allenta la sua corsa
e il vento vibra nella cassa della Luna
la sua voce naturale.

2 commenti:

  1. Ora che il mio corpo e'nutrimento per il tuo ed il tuo trova terreno fertile in me..solo ora puo'esser vera pace..E mi abbandono su te... Un bacio ed un caro saluto Nero.

    RispondiElimina
  2. ..eppèrò!!! ;-)

    kisses

    RispondiElimina

Ehi,tu che ti senti colpito da quello che scrivo,tu che a volte ti senti il bersaglio delle mie lame...
sappi che la cosa mi fa molto piacere