expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

PECE

PECE
La logica si infrange quando non si ha voglia di staccarsi, quando il bisogno e' quello di rimanere aggrappati

ANOMALIE ARMONICHE

ANOMALIE ARMONICHE
SE lO RITIRNI NECESSARIO SONO, MMMMM, SIAMO ANCHE QUI

lunedì 5 gennaio 2009

vento favorevole


Nessun rumore.
Il veloce fruscio delle palpebre sugli occhi.
Il sibilo dell'aria che esce dalle narici.
Lo sciogliersi del ghiaccio che rimbalza sulle foglie.
Il gonfiarsi dei polmoni dentro al petto.

Guardo a Sud.

Il vento porta l'aria carica di mare,
sforza fischiando su ogni spigolo.
Il vento è favorevole,
trasporta i miei occhi lontano,
in un battito d'ali continuo,
veloce,
senza sosta,
contro il tempo.



Non mi serve volare ,
sono già là.
Non mi serve volare,
è già qua.
Il suono dei sogni sovrasta quello del vento.
Il vento è favorevole
e ferma il tempo.
La luna sorride sorniona
illuminando il percorso.
Ora riesco a vederLa,
ad osservare il suo desiderio.
Con calma mi infilo tra le sue mani,
con calma mi sostitisco alle sue labbra.





Il bisogno di possesso,
di concesione di se stesso,
di ogni parte di me,
di ogni parte di lei.
La ricerca del piacere
e del piacere di piacere.

Sento ridere dentro di me,
i miei occhi hanno raggiunto il corpo,
vento favorevole,
la sua anima era già dentro di me.

6 commenti:

  1. che meraviglia ! Cogli appieno la passione, ne fai ciò che ne vuoi attraverso le parole...e le parole arrivano come il vento....in luoghi senza tempo e senza spazio, come nel cuore !!!!!!

    RispondiElimina
  2. E' davvero bella... trasmette tanta emozione... E' veramente un vortice di sensazioni...

    RispondiElimina
  3. ed è fantastico che non serva volare....siete già tra le vostre mani...

    RispondiElimina
  4. Questa notte il mio cerchio ho segnato. Ho invocato il Guardiano del Sud che possa aiutarmi. Col suo fare gelido scompiglia i miei capelli e ride di me, del mio cuore.

    Chiudo gli occhi e mi lascio trasportare. Lui conosce la strada.

    Non mi serve volare,
    sono già là.
    Non mi serve volare,
    è già quà.

    Il tempo è ora fermo all'interno del mio cerchio. La madre Luna è sopra di noi e illumina i nostri esseri. Sento le tue mani fra le mie, le tue labbra sulle mie.

    Sento il tuo entrarmi dentro, come acqua nell'acqua, accenderti come fuoco nel fuoco.

    Sento ridere dentro di me, perchè tu sei in me.

    RispondiElimina
  5. laveritadaisy88.12 gennaio 2009 19:52

    te quiero con el corazon y no hay nadie que me puedas hacer pensar de otra manera . me siento perdidamente tuya . no tengo miedo soy fuerte .lo que siente mi corazon es algo sobre natural es un amor verdadero ,puro , limpio . nuestro amor es inmenzo como el universo , gracias de escistir ,. amor de mis amores....

    RispondiElimina

Ehi,tu che ti senti colpito da quello che scrivo,tu che a volte ti senti il bersaglio delle mie lame...
sappi che la cosa mi fa molto piacere