expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

PECE

PECE
La logica si infrange quando non si ha voglia di staccarsi, quando il bisogno e' quello di rimanere aggrappati

ANOMALIE ARMONICHE

ANOMALIE ARMONICHE
SE lO RITIRNI NECESSARIO SONO, MMMMM, SIAMO ANCHE QUI

lunedì 5 ottobre 2009

Che peso ha un pensiero?


Che peso ha un pensiero?
Quando accompagna il tuo giorno,
si getta con le mani in un passato che ritorna
e non conosci,
ma sai che riconosci?
E tra le nuvole che macchiano questa notte,
la luna implode il suo raggio,
come il prisma di un faro,
che si vede
tra le onde di un oceano,
che travolge.

Che peso ha un pensiero?
Che ricerca il suo senso,
che veste la tua anima di un colore intenso
e come pennelli l'accarezza
e rimane sospeso.
tra le pagine
di un libro che mai chiuderemo.

Che peso ha un pensiero?
Trasportato dal vento,
che freme incessante tra il giallo delle foglie,
che si inerpica tra le pieghe del corpo,
lasciando tracce indelebili,
che assumono forme dall'oscuro linguaggio,
non tradiscono il silenzio suonato da tempo.

Che peso ha un pensiero?
Quando si infiltra sotto la pelle
e riesce a stendere il tuo sorriso
e porta quella soma del nulla ,
che nulla non è,
come a una farfalla
a cui pesan le ali
e si appoggia sovente su rami cadenti
a sentirne l'odore,
a sfiorarne il sapore,
a riempirne il pensiero
che pesante non è.

Che peso ha un pensiero?
Se non quello dell'esistenza,
dell'umana sofferenza,
del riflesso dell'essenza,
come l'alone di fumo,
che scia questo buio
gocciolante di te.


6 commenti:

  1. Il peso della nostra anima che ondeggia spesanta ponendosi domande a cui no c'è risposta, il peso di sentiment che rincorriamo o ci rincorrono, il peso d versi che fanno riflettere e palpitare.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Per me il peso del pensiero di quello che ti frulla e non ti lascia in pace è l'equivalente di quello del mio corpo...sono io lui è in me, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. ogni tanto cambiare un po'!!!
    eheheh

    RispondiElimina
  4. I pensieri...cosa sono i pensieri...sono tante cose come li hai descritti tu...

    Ma io alle volte vorrei vivere in assenza di pensieri...perché alle volte pesano come macigni e fanno male, molto male.

    RispondiElimina
  5. Se penso che il pensiero è autoprodotto e quindi non può essere evitato, mi viene l'ansia.
    Meglio non pensarci, se i pensieri sono troppo pesanti.
    Ma se penso che nella mia vita c'è qualcuno che i pensieri li trasforma in poesia, mi sento un po' più sollevata!

    Buona giornata, Poeta.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. squilibriodeisensi9 ottobre 2009 12:24

    Il pensiero sembra leggero...ma credo che in realtà non lo sia.
    è incontrollabile,ti martella,a volte fa male,ferisce senza volere.
    l'Anima che vive in noi a volte se ne va per i fatti suoi...apre varchi,voragini a persone,apre porte e fatica a richiuderle...
    Solo qualche volta il pensiero è alato...e di solito si paga...
    Leggere quello che scrivi è sempre emozionante.
    un abbraccio
    SdS

    RispondiElimina

Ehi,tu che ti senti colpito da quello che scrivo,tu che a volte ti senti il bersaglio delle mie lame...
sappi che la cosa mi fa molto piacere